Comunicato Stampa n° 38 del 07/10/2018

GIVOVA SCAFATI, ESORDIO CASALINGO CON SCONFITTA AL FOTOFINISH.

E’ il Bergamo Basket ad imporsi al PalaMangano, con un canestro a fil di sirena di Benevenuti, in occasione dell’esordio stagionale in serie A2 della Givova Scafati. Una sconfitta che ha lasciato l’amaro in bocca per la maniera in cui è maturata e che il popolo scafatese ha faticato a digerire. Non è bastato infatti il lavoro difensivo, come testimoniano i soli 60 punti realizzati dai viaggianti, perché l’attacco non ha brillato come nelle uscite precampionato, gettando alle ortiche l’occasione di andare a punti sin dal battesimo del campionato. La sfida parte a rilento. Gli uomini sul parquet si studiano a vicenda. Poi, a metà frazione, sono i padroni di casa, con Tommasini e Rossato, a tentare un timido allungo (9-3 al 5’). Coach Calvani cambia quattro quinti del quintetto, ma il rendimento dei suoi non cambia, anzi, con Thomas sugli scudi, conservano un buon margine di vantaggio (16-7 al 9’) fino al suono della prima sirena (18-11). Il buon momento gialloblù prosegue anche ad inizio secondo quarto, nel quale il solito Thomas si erge a trascinatore e tiene i suoi una spanna avanti (24-13 al 14’). Gli orobici si aggrappano all’esperienza di Fattori e Roderick, provano a destarsi e ad alzare la testa (29-24 al 17’; 31-28 al 19’). Sono però bravi i locali a non perdere la bussola e, nonostante qualche errore in fase di possesso, chiudono avanti 35-30 all’intervallo. L’equilibrio, fatto di botta e risposta da una parte e dall’altra, condito da qualche palla persa, diventa il leitmotiv della contesa alla ripresa delle ostilità. I lombardi approfittano di ogni incertezza dei padroni di casa, fino ad annullare completamente il divario (40-40 al 26’). Nelle ultime azioni, l’aggressività difensiva permette però ai gialloblù di chiudere in vantaggio 48-44 la terza frazione. Latita la fluidità di gioco dei primi minuti e così la Givova subisce l’iniziativa degli ospiti, bravi a non mollare e a trovare con Fattori il primo vantaggio della partita (50-51 al 34’). Il ritmo della sfida sale e i toni si fanno sempre più infuocati, perché il risultato finale resta in bilico fino alle battute conclusive (55-55 al 38’). Una tripla di Sergio al 39’ fa sbiancare il pubblico del PalaMangano (55-58). Una schiacciata di Goodwin riaccende le speranze (57-58) e un centro su due ai liberi di Ammannato riporta il punteggio in parità (58-58) ad 11’’ dalla sirena. Ma proprio una disattenzione di Ammannato costa caro, perché Roderick serve un liberissimo Benvenuti, che regala il successo a Bergamo per 58-60.

Dichiarazione di coach Marco Calvani: «Complimenti a Bergamo per aver portato la partita fino alla fine e per aver trovato poi una buona giocata, che è valsa la vittoria. La nostra partita non è commentabile, perché abbiamo sbagliato troppo in attacco, pur riuscendo a tenere il punteggio basso. Credo di ricordare non meno di cinque tiri da sotto sbagliati senza contrasto della difesa, tra interni ed esterni, oltre a tiri da tre nei quali non abbiamo preso neppure il ferro. Forse non sono stato capace di trasmettere le giuste motivazioni alla squadra alla vigilia. Se c’è quindi un responsabile della sconfitta quello sono io. Il precampionato non conta nulla, avrebbe dovuto darci solo elementi ed indicazioni utili per capire il da farsi, ma non siamo riusciti a trasformare il lavoro svolto in maniera tale da cominciare la stagione con tutt’altro piglio».

I TABELLINI

GIVOVA SCAFATI 58

BERGAMO BASKET 60

GIVOVA SCAFATI: Tommasini 11, Goodwin 4, Zaccaro n. e., Romeo 5, Contento, Ammannato 7, Rossato 6, Thomas 17, Italiano 6, Esposito n. e., Sgobba 2. ALLENATORE: Calvani Marco. ASS. ALLENATORE: Luise Sergio.

BERGAMO BASKET: Casella 2, Roderick 15, Bedini n. e., Taylor 8, Fattori 10, Zucca 2, Sergio 7, Marelli n. e., Benvenuti 11, Zugno 5. ALLENATORE: Dell’Agnello Sandro. ASS. ALLENATORE: Vincenzutto Andrea.

ARBITRI: Bartoli Enrico di Trieste, Pazzaglia Jacopo di Pesaro, Meneghini Francesco di Verona.

NOTE: Parziali: 18-11; 17-19;13-14; 10-16. Tiri dal campo: Scafati 23/62 (37,7%); Bergamo 23/60 (38,3%). Tiri da due: Scafati 18/37 (48,6%); Bergamo 18/34 (38,3%). Tiri da tre: Scafati 5/24 (20,8%); Bergamo 5/26 (19,2%). Tiri liberi: Scafati 7/10 (70%); Bergamo 9/11 (81,8%). Falli: Scafati 15; Bergamo 20. Usciti per cinque falli: nessuno. Rimbalzi: Scafati 38 (32 dif.; 6 off.); Bergamo 40 (34 dif.; 6 off.). Palle recuperate: Scafati 4; Bergamo 5. Palle perse: Scafati 11; Bergamo 10. Assist: Scafati 11; Bergamo 14. Stoppate: Scafati 1; Bergamo 1. Spettatori: 1.000 circa.

Antonio Pollioso

Ufficio Stampa

Basket Scafati 1969

Lascia un commento