Terza sconfitta consecutiva per il quintetto canarino

LIGHTHOUSE TRAPANI 87 GIVOVA SCAFATI 83 (25-16, 45-38, 59-61) LIGHTHOUSE TRAPANI: Viglianisi, Costadura, Renzi, Ganeto, Guaiana, Scott, Cusenza, Simic, Amato, Fontana, Nicosia, Tommasini, Filloy, Mays, Tavernelli. All. Ducarelli GIVOVA SCAFATI: Naimy, Di Palma, Fantoni, Crow, Panzini, Ammannato, baldassarre, Fisher, Melillo, D’Angiolo, D’Apice, Perez, Matrone, Longobardi, Santiangeli, Johnson. All. Perdichizzi. TRAPANI. Ancora un ko per la Givova Scafati che cade sul campo del Trapani al termine di un match vibrante. Nel primo quarto Scafati soffre la partenza veemente della squadra di casa. Sono due triple consecutive di Tommasini e Scott a segnare il primo break per la formazione siciliana di coach Ducarello che vola 13-4. Al primo intervallo il tabellone segna 25- 16 per Trapani. nel secondo quarto Scafati prova a regiare e a ridurre le distanze e grazie ad una tripla di Crow allo scadere riesce ad andare al riposo soltanto sotto di sette punti, 45-38. Il terzo periodo si apre con un canestro di Ganeto, cui risponde prontamente Fantoni. Viglianisi da tre fa male e Trapani vola nuovamente a più 10. Crow e Baldissarri dall’arco lungo riportano Scafati a meno 5, al quarto minuto del terzo periodo, 53- 48. Poi dopo il time out chiamato da Trapani, due liberi di Fisher valgono il meno tre, 53-50, prima che Naimy completi la rimonta con una tripla che riporta Scafati, con un break di nove a zero, in parità a cinque minuti dall’ultimo intervallo. Trapani apapre in difficoltà e allora Ducarelli prova a cambiare qualcosa ma Fisher porta Scafati a più due. Renzi interrompe il break degli uomini di Perdichizzi e Tavernelli riporta i siciliani avanti di due. Scafati però è in partita e all’ultimo intervallo arriva in vantaggio di due, 59-61. All’inizio dell’ultimo periodo Trapani trova subito la parità e la gara resta sul filo dell’equilibrio. Renzi porta i siciliani sul 70-66 a metà periodo. Il finale è incandescente. Crow riporta Scafati a meno uno, Trapani non molla poi a venti secondi dalla fine Fisher fa uno su due ai liberi e Scafati resta a meno 2, 83-81. Renzi fa due su due, imitato da Fisher per l’85-83. Poi Tavernelli sempre dalla lunetta sancisce il secondo ko consecutivo dell’era Perdichizzi.

Fonte: Le Cronache del 21/11/2016 pag.22

Lascia un commento