Comunicato Stampa n° 60 del 26/11/2017
PALAMANGANO FORTINO INESPUGNABILE, ANCHE TRAPANI VA AL TAPPETO
Sono bastati appena sette giorni per dimenticare l’amara sconfitta subita sul parquet di Latina al fotofinish. Il ritorno al PalaMangano della Givova Scafati è infatti valso il sesto successo stagionale, dopo nove giornate di campionato. Vittima di turno il Lighthouse Trapani, superato 91-78. Una vittoria arrivata con orgoglio e determinazione, che, a parte i primi 15’, non è praticamente mai stata in discussione: il tempo di studiare l’avversario, per poi colpirlo irrimediabilmente, senza concedergli alcun appello. Il pubblico presente sugli spalti della struttura di viale Della Gloria ha riempito di applausi il team gialloblù dopo il suono della sirena, per una prestazione mastodontica, corroborata dalle statistiche finali, che hanno visto primeggiare la compagine dell’Agro sia nel tiro da due (47% contro 45%), che nel tiro da tre (35% contro 27%) e soprattutto ai rimbalzi (48 contro 33): numeri che hanno legittimato con pieno merito il successo dei salernitani. Le prime battute di gioco sono caratterizzate da numerosi errori al tiro su entrambi i fronti del gioco offensivo (0-2 al 3’). Poi la scena cambia, Perry e Renzi da una parte, Miles e Spizzichini dall’altra alzano i ritmi del gioco e ravvivano la sfida (7-6 al 14’), che cresce di intensità col trascorrere dei minuti. Il punteggio resta in equilibrio (18-17 al 9’), con il primo quarto che si chiude con i siciliani avanti di misura 20-21. E’ Ranuzzi a lanciare l’allungo scafatese in avvio di seconda frazione (26-21 al 12’). La Givova mette lentamente le mani sulla contesa, approfittando di qualche svarione della difesa viaggiante (30-22 al 13’). Jefferson e Renzi fanno il possibile per tenere il Lighthouse in partita (30-34 al 16’), ma Scafati è in palla e scava il solco (46-32 al 18’), grazie alla vena realizzativa di Santiangeli e Romeo. All’intervallo, il tabellone elettronico dà ragione ai gialloblù, avanti 51-39. L’ispirazione di Sherrod è illuminante per la truppa gialloblù, che allunga sull’avversario (55-39 al 23’). Gli risponde Renzi sotto le plance, per interrompere la striscia avversaria (57-46 al 25’), ma Scafati non molla la presa e resiste (63-48 al 26’). Neppure la difesa a zona imbastita da coach Ducarello sortisce gli effetti desiderati, tant’è che alla fine della terza frazione la sfida resta saldamente nelle mani dei locali, avanti 68-53. E’ Viglianisi l’ultimo baluardo isolano: l’esterno gioca con grinta e carattere, trova manforte in Testa, Bossi e Spizzichini S., e tiene i suoi in partita (76-67 al 35’). I siciliani, senza i due statunitensi, hanno un buon equilibrio di gioco e non consentono ai padroni di casa di chiudere anzitempo la contesa (83-74 al 37’). Ma, nonostante la buona volontà, non riescono ad andare oltre il 91-78 con cui si chiude definitivamente la gara.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «E’ stata una bella partita, nella quale abbiamo finalmente giocato con continuità per 40’. Avevo chiesto ai ragazzi di giocare come gli ultimi 20’ di Latina e lo abbiamo fatto, limitando i rientri di Trapani e ruotando gli uomini a disposizione. Ognuno ha dato il proprio contributo alla squadra, a prescindere dal minutaggio, pensando molto più al gruppo che a sé stesso. Abbiamo attaccato i loro punti deboli e difeso bene sui principali terminali di gioco, limitando Jefferson (che temevamo molto) e Renzi. Siamo soddisfatti anche dei 48 rimbalzi presi, rispetto ai 33 di Trapani, sinonimo di ottimo lavoro sia in attacco che in difesa nel tagliafuori. Abbiamo fatto quelle piccole cose che servono per vincere le partite, dimostrando di saperci rialzare dopo una sconfitta».
GIVOVA SCAFATI 91
LIGHTHOUSE TRAPANI 78
GIVOVA SCAFATI: Miles 19, Crow 6, Trapani 2, Spizzichini 10, Romeo 10, Ranuzzi 4, Ammannato 9, Pipitone,
Santiangeli 19, Sherrod 12. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Marzullo Alessandro.
LIGHTHOUSE TRAPANI: Jefferson 12, Bossi 8, Renzi 12, Testa 7, Fontana n. e., Ganeto 2, Mollura n. e.,
Viglianisi 11, Spizzichini 9, Perry 17, Simic. ALLENATORE: Ducarello Ugo. ASS. ALLENATORI: Parente Daniele
e Fucka Gregor.
ARBITRI: D’Amato Alex di Roma, Longobucco Andrea di Ciampino (Roma), Del Greco Stefano di Verona.
NOTE: Parziali: 20-21; 31-18; 17-14; 23-25. Tiri dal campo: Scafati 31/73 (42%); Trapani 25/64 (39%) Tiri da due:
Scafati 22/47 (47%); Trapani 19/42 (45%). Tiri da tre: Scafati 9/26 (35%); Trapani 6/22 (27%). Tiri liberi: Scafati
20/25 (80%); Trapani 22/26 (85%). Falli: Scafati 24; Trapani 25. Usciti per cinque falli: Viglianisi. Espulsi:
nessuno. Rimbalzi: Scafati 48 (32 dif.; 16 off.); Trapani 33 (25 dif.; 8 off.). Palle recuperate: Scafati 8; Trapani
3. Palle perse: Scafati 9; Trapani 8. Assist: Scafati 18; Trapani 10. Stoppate: Scafati 3; Trapani 2. Spettatori:
1.500 circa.

 

Antonio Pollioso
Ufficio Stampa
Basket Scafati 1969

comunicatopostvstrapani

Lascia un commento