Comunicato Stampa n° 31 del 12/09/2015
givova scafati basket  terzo posto memorial longobardi time out
Grande partecipazione di pubblico per la prima giornata del I Memorial “Carlo Longobardi”, disputatosi questa sera al PalaMangano di Scafati (Sa).
Sarà Enel Brindisi – Sidigas Avellino la finalissima del torneo, che andrà di scena alle ore 19:30 di domani. Le due formazioni si sono infatti aggiudicate le rispettive gare contro Upea Capo D’Orlando (71-62) e Givova Scafati (63-79). La finalina per il terzo e quarto posto, invece, si disputerà tra le due perdenti alle ore 17:30.
Entrambe le squadre vincitrici delle due semifinali hanno avuto un ottimo approccio con l’incontro e sono riuscite subito ad accumulare un vantaggio importante, tale da permettere loro di gestire la residua parte del match e condurla positivamente in porto.
Nella prima semifinale, il team allenato da coach Piero Bucchi ha gestito con esperienza l’incontro fino alla sirena finale, tenendo a debita distanza l’avversario, che nei restanti tre quarti è riuscito solo a non fare ulteriormente scappare l’avversario (16-15, 12-16 e 20-21 i parziali), senza riuscire a trovare quel guizzo vincente, indispensabile per riuscire a superarlo. La ritrovata aria scafatese non ha quindi portato bene a coach Giulio Griccioli, che è stato accolto con entusiasmo al palasport di Viale Della Gloria, per aver lasciato un segno indelebile nella cittadina dell’Agro, dopo i due anni (dal 2010 al 2012) in cui ha sapientemente guidato il team gialloblù in LegAdue.
Le prestazioni sugli scudi dei due statunitensi Mayo (13) e Simmons (16), coadiuvati da un ottimo Portannese (11), non sono invece bastate alla volenterosa Givova Scafati, per piegare la resistenza di una Sidigas Avellino mai doma che, con i 22 punti di Veikalas, i 17 di Green e i 14 di Cervi, ha messo in mostra tutta la propria superiorità tecnica ed atletica. Ai gialloblù resta il merito di aver dato il massimo e di aver sciorinato una prestazione grintosa e di carattere.
«Sapevamo delle difficoltà di affrontare una squadra come Avellino, che è riuscita a conservare il vantaggio importante costruito nel primo quarto. In difesa abbiamo lavorato bene, siamo cresciuti molto (anche grazie ai completi recuperi di Portannese e Baldassare), ma dobbiamo trovare maggiore fluidità in attacco – ha analizzato il coach gialloblù Giovanni Perdichizzi – prendendoci maggiori responsabilità. Domani con Capo D’Orlando sarà un altro match durissimo, perché oggi ha retto bene l’urto contro Brindisi, che si qualifica come una delle migliori formazioni della categoria. Sarà un altro duro test e spero di vedere in attacco le cose buone che si sono viste stasera in difesa».
Il Memorial “Carlo Longobardi” non è solo basket giocato. Domani mattina, infatti, con inizio alle ore 9:00 e fino alle 13:00 ci sarà un clinic per allenatori riconosciuto dalla Federazione Italiana Pallacanestro chegarantirà a tutti gli allenatori presenti un accreditamento di 3 punti P.A.O. (Progetto Aggiornamento Obbligatorio).

Il programma del clinic sarà il seguente:
o ore 8:30: procedura di registrazione;
o ore 9:00 – 10:00: la transizione offensiva (relatore: coach Giovanni Perdichizzi);
o ore 10:00 – 11:00: il pick and roll (relatore: coach Giulio Griccioli);
o ore 11:00 – 12:00: la costruzione della difesa a uomo (relatore: coach Stefano Sacripanti);
o ore 12:00 – 13:00: concetti di attacco alla zona (relatore: coach Piero Bucchi).

I TABELLINI
Prima semifinale
ENEL BRINDISI 71
UPEA CAPO D’ORLANDO 62
ENEL BRINDISI: Banks 16, Reynolds n.e., Scott 6, Cournooh 12, Harris 16, Cardillo, Milosevic 6, Gacic 2, De Gennaro n.e., Zerini 3, Marzaioli 8, Kadji 2. ALLENATORE: Bucchi Piero. ASSISTENTE ALLENATORE: Michelutti Daniele.
UPEA CAPO D’ORLANDO: Ihring 5, Basile, Laquintana 13, Perl 4, Nicevic 2, Babilodze n.e., Jasaitis 8, Saunders 5, Bowers 15, Vujicevic n.e., Oriakhi 10. ALLENATORE: Griccioli Giulio. ASSISTENTE ALLENATORE: Di Carlo Gennaro.
ARBITRI: Paglialunga di Taranto, Pecorella di Trani (Ba) e Belfiore di Napoli.
NOTE: Parziali: 23-10; 16-15; 12-16; 20-21. Tiri totali: Brindisi 24/53 (45%); Capo D’Orlando 21/59 (36%). Tiri da due: Brindisi 11/31 (35%); Capo D’Orlando 18/42 (43%). Tiri da tre: Brindisi 11/23 (59%); Capo D’Orlando 3/17 (18%). Tiri liberi: Brindisi 10/13 (77%); Capo D’Orlando 17/28 (61%). Falli: Brindisi 24; Capo D’Orlando 17. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Brindisi 34 (28 dif.; 6 off.); Capo D’Orlando 38 (24 dif.; 14 off.). Palle recuperate: Brindisi 7; Capo D’Orlando 5. Palle perse: Brindisi 19; Capo D’Orlando 13. Assist: Brindisi 16; Capo D’Orlando 14. Stoppate: Brindisi 0; Capo D’Orlando 4. Spettatori: 200 circa.

Seconda semifinale
GIVOVA SCAFATI 63
SIDIGAS AVELLINO 79
GIVOVA SCAFATI: Portannese 11, Di Palma n.e., Crow 4, Spizzichini 4, Rezzano 9, Melillo n.e., Baldassarre, Mayo 13, Simmons 16, Matrone 2, Loschi 4. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASSISTENTE ALLENATORE: Di Martino Umberto.
SIDIGAS AVELLINO: Norcino, Guglielmo, Veikalas 22, Gioia, Acker 10, Green 17, Cervi 14, Severini 7, Nunnally 3, Pini 6, Buva, Parlato. ALLENATORE: Sacripanti Stefano. ASSISTENTI ALLENATORI: Oldoini Massimiliano e De Gennaro Gianluca.
ARBITRI: Gagliardi di Taranto, Capotorto di Palestrina (Rm) e Sansone di Aprilia (Lt).
NOTE: Parziali: 10-20; 21-21; 15-16; 17-22. Tiri totali: Scafati 20/61 (33%); Avellino 29/54 (54%). Tiri da tre: Scafati 9/30 (30%); Avellino 12/22 (55%). Tiri da due: Scafati 11/31 (35%); Avellino 17/32 (53%). Tiri liberi: Scafati 14/19 (74%); Avellino 9/15 (60%). Falli: Scafati 18; Avellino 21. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Scafati 35 (19 dif.; 16 off.); Avellino 36 (26 dif.; 10off.). Palle recuperate: Scafati 8; Avellino 5. Palle perse: Scafati 12; Avellino 15. Assist: Scafati 10; Avellino 24. Stoppate: Scafati 1; Avellino 2. Spettatori: 1.000 circa.

Antonio Pollioso
Ufficio Stampa
Givova Scafati Basket

Lascia un commento