Comunicato Stampa n° 112 del 02/04/2017

 

E’ andata alla capolista Angelico Biella il match della ventisettesima giornata del girone ovest del campionato di serie A2 contro la Givova Scafati. Al Biella Forum, la prima della classe ha fatto valere il proprio superiore tasso tecnico ed ha approfittato al meglio delle assenze, tra le fila gialloblù, di Naimy, Metreveli e Dobbins, per imporsi e conquistare i due punti in palio. Alla società scafatese, che ha subìto molto soprattutto a rimbalzo (49 contro 28), resta la consapevolezza di dover faticare ancora tanto per conquistare la salvezza, provando a vincere i restanti tre turni di campionato, con la determinazione e la concentrazione che ha contraddistinto le recenti positive prestazioni.

Il 7-0 iniziale in soli 2’ dell’Angelico Biella porta la firma di Tessitori e Ferguson, che lanciano subito un chiaro messaggio all’avversario. Barton suona per primo la sveglia, ma la sfida è condizionata dai tanti errori su entrambi i fronti del gioco. I gialloblù riescono comunque a stare in partita, grazie a Jackson e Santiangeli, bravi in fase offensiva a permettere a Scafati di chiudere 17-12 il primo quarto. Udom e Hall sono i protagonisti delle prime fasi di gioco della seconda frazione (22-12 al 12’). Alla Givova non bastano i centri di Crow e Jackson, perché il divario tra i due quintetti si amplia con il trascorrere dei minuti (33-18 al 17’), grazie alla precisione al tiro dalla lunga e media distanza (bene De Vico e Venuto). Il bel gioco di squadra consente all’Angelico di tenere la Givova a debita distanza e di chiudere in vantaggio 41-23 all’intervallo. Le buone giocate di Lupusor e Ammannato sotto le plance non consentono a Scafati di ridurre il divario, perché, sul fronte opposto dell’attacco, De Vico (53-33 al 35’) e Ferguson (59-36 al 27’) sono praticamente implacabili dall’arco e si ergono a trascinatori di Biella, che prende il largo e tiene e debita distanza l’avversario. I centri di Lupusor non sono sufficienti a tenere a bada l’avversario, che chiude in vantaggio 58-42 il terzo periodo. Con un buon margine di vantaggio, i biellesi si permettono il lusso di mollare un po’ la presa. Ne approfitta Scafati per accorciare le distanze e provare una difficile rimonta, ma dopo alcuni minuti di gioco equilibrato, i rossoblù, con Wheatle particolarmente ispirato, danno un ulteriore strattone (82-53 al 36’). La sfida praticamente termina qui: negli ultimi minuti si gioca solo per le statistiche, con la Givova che riesce a rosicchiare qualcosa e a chiudere l’incontro sotto 85-69.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Complimenti a Biella per aver ottimamente interpretato la gara in termini di fisicità, di energia e qualità di gioco. Non siamo gli unici ad essere stati sconfitti a Biella, però l’energia messa in campo, nei primi due quarti in particolare, è stata inesistente, soprattutto sulle palle vaganti. Il fatto che Biella non abbia tirato un solo tiro libero nei primi due quarti la dice lunga sulla nostra aggressività difensiva. Stesso dicasi per i rimbalzi offensivi concessi a Biella, oltre ad alcune penetrazioni facili,che non sono state fermate e sporcate, neppure fallosamente. I loro tiri dalla lunga distanza ed il gioco interno ci hanno castigato. Nel secondo tempo, abbiamo messo un po’ più di intensità ed energia, ma va rivisto il nostro atteggiamento, oltre ad alcuni aspetti tattici, che non hanno affatto funzionato. Questo di Biella non era però un campo facile, dove poter facilmente vincere, ma mi attendevo comunque un atteggiamento differente dalla squadra, che, se vuole salvarsi, deve mettere in campo una voglia di giocare ed una aggressività differente».

I TABELLINI

ANGELICO BIELLA 85 GIVOVA SCAFATI 69

ANGELICO BIELLA: Ferguson 17, Hall 7, Massone 1, Venuto 14, Pollone L. 3, De Vico 14, Udom 8, Pollone M., Wheatle 7, Rattalino, Tessitori 14, Pasqualini. ALLENATORE: Carrea Michele. ASS. ALLENATORE: Viola Francesco.

GIVOVA SCAFATI: Barton 8, Di Palma n. e., Crow 8, Izzo, Lupusor 14, Fantoni 4, Ammannato 8, Jackson 17, Metreveli n. e., Santiangeli 10. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Di Martino Umberto.

ARBITRI: sig.ri Masi Andrea di Firenze, Salustri Valerio di Roma e Maschio Duccio di Firenze.

NOTE: Parziali: 17-12; 24-11; 27-19; 17-27. Tiri dal campo: Biella 32/71 (45%); Scafati 25/62 (40%). Tiri da due: Biella 20/42 (48%); Scafati 16/37 (43%). Tiri da tre: Biella 12/29 (41%); Scafati 9/25 (36%). Tiri liberi: Biella 9/11 (82%); Scafati 10/14 (71%). Falli: Biella 16; Scafati 17. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Biella 49 (32 dif.; 17 off.); Scafati 28 (21 dif.; 7 off.). Palle recuperate: Biella 6; Scafati 8. Palle perse: Biella 16; Scafati 13. Assist: Biella 17; Scafati 11. Stoppate: Biella 2; Scafati 0.

 

Antonio Pollioso

Ufficio Stampa

Basket Scafati 1969

Lascia un commento