Il quintetto di Perdichizzi dopo un brutto avvio resta in partita e cede solo negli ultimi secondi

A differenza della sfida di sette giorni prima, stavolta la mano del neo allenatore si è vista, ma non è bastata a fare risultato. Al PalaIlio, la Givova Scafati esce sconfitta 87-83 per mano del Lighthouse Trapani, al termine di una partita a corrente alternata: primo tempo ad inseguire; secondo tempo equilibrato. Si è rivista una squadra che mentalmente ha mostrato maggiore serenità e compattezza. E’ piaciuta anche la scelta di puntare su Fischer e di tenere in panchina un impalpabile Naimy per lunghi tratti, ma la poca lucidità negli ultimi minuti, l’inferiore percentuale ai tiri liberi rispetto all’avversario e le troppe palle perse hanno condizionato il risultato finale di una sfida, che ha comunque regalato un buon basket ed una Givova in netta ripresa mentale e caratteriale, oltre che tecnica (ottimo il dominio a rimbalzo). La prima novità è la presenza tra i convocati della guardia Fischer, in luogo del centro Johnson. L’impatto con il match dei padroni di casa è positivo: in pochi minuti, Tommasini e Scott creano un primo importante parziale (16-4 al 4’), che costringe il tecnico ospite al time-out. Sul fronte opposto Fantoni e Fischer provano a rispondere e a tenere la Givova attaccata all’avversario (25-16 alla fine del primo quarto). Il buon momento degli ospiti si trasforma in un parziale di 8-0, che vale il 31-24 al 15’. Scafati riesce a tenere botta e a riaprire lentamente la sfida (38-32 al 18’), andando al riposo sotto 45-38. Il rientro dopo la pausa caratterizza un match equilibrato, con la squadra viaggiante che stavolta sembra aver ritrovato confidenza con il ferro e lentamente rosicchia il margine di distacco (53-50 al 25’), fino al pareggio firmato dalla tripla di Naimy (53-53 al 16’). Il primo vantaggio scafatese della contesa non tarda ad arrivare ed è firmato da Fischer (53-55 al 17’), che completa un buon parziale di 0-13 dei suoi. L’ultimo quarto prosegue sulla falsariga degli ultimi minuti del precedente, con i due quintetti che si fronteggiano punto a punto (68-66 al 33’). Ma la Givova, senza Naimy in campo per una botta rimediata, riapre i giochi, prima che inizi il ricorso al fallo sistematico, che favorisce i padroni di casa, vittoriosi 87-83. ILARIA ARPAIA Segnali di Givova Scafati Ko beffardo con Trapani  L’esultanza della Gregorio Sciabola a squadre, trionfo Gregorio in Francia Il quintetto di Perdichizzi dopo un brutto avvio resta in partita e cede solo negli ultimi secondi ©riproduzione riservata

Lascia un commento