Home page
 Scafati torna a sognare, domenica PalaMangano esaurito
23/02/2012 -
Scafati torna a sognare, domenica PalaMangano esaurito
Segnala la pagina Stampa la pagina Commenti 0 Commenti   Condividi su: Condividi Condividi Condividi Condividi


SCAFATI – Mancano solo tre giorni al tanto atteso big match della settima giornata di ritorno della Legadue ed in città si vive aria di grande fibrillazione. Tutti ne parlano, tutti in trepidante attesa. Ormai è diventato l’argomento preferito per sportivi e non; secondo solo alla vittoria del Napoli in Champions League contro il Chelsea. La posta in palio è importante: una vittoria farebbe lievitare esponenzialmente le chance di promozione diretta in massima serie; una sconfitta dei ragazzi guidati da coach Griccioli renderebbe molto difficile l’ingresso in Serie A dalla porta principale, lasciando comunque sempre viva la speranza di poter centrare il salto di categoria tramite i play-off. All’MPrime PalaMangano è atteso il pubblico più numeroso degli ultimi anni, ben lontano dalle quasi 3500 presenze di media degli anni d’oro, ma si preannunciano almeno 2500 appassionati, tutti uniti per far si che la Givova centri l’undicesima vittoria interna stagionale. Ed in caso di affermazione contro la Trenkwalder, coach Giulio Griccioli ed i suoi ragazzi, al di là di tutte le risultanze derivanti dalla vittoria in sé, entrerebbero di diritto nella storia professionistica dello Scafati Basket. Infatti, Paul Lester Marigney e soci, con sei successi di fila, sono ad una sola vittoria dal record stabilito, nella Legadue 2002/2003, dall’allora Rida Scafati guidata da coach Frank Vitucci, tra la settima e la tredicesima giornata del girone di andata: 104-102 contro Rimini, 85-76 ad Osimo, 109-105 a Jesi, 70-66 con Capo d’Orlando, 81-77 a Pavia, 94-79 con Messina e 96-73 a Ferrara. Tornando alla sfida con gli emiliani, nel match di andata, contro l’ex Roberto Chiacig, dopo essere andati sotto anche di 21 punti (61-40 al 26°), i gialloblù si resero protagonisti di un’incredibile rimonta: con un parziale perentorio di 36-15, si portarono sulla parità a quota 76 ad un minuto dal termine, salvo poi cedere il passo ai padroni di casa per soli due punti (79-77). “Fu un vero peccato – spiega Marigney, tra l’altro anche ex del match considerate le 57 presenze e gli 839 punti con la maglia della Pallacanestro Reggiana nelle stagioni 2007/08 e 2009/10 – tornare a mani vuote, ma domenica sarà tutt’altro match. Certo è che non dobbiamo caricarlo di eccessive pressioni; dobbiamo giocare come abbiamo dimostrato di saper fare, con la stessa determinazione messa in campo nelle ultime sei gare e soprattutto negli ultimi tre match vinti in trasferta. Reggio Emilia è un’ottima squadra, merita il dovuto rispetto, ma noi vogliamo entrare nella storia dello Scafati Basket, vogliamo essere ricordati come la squadra più forte della storia professionistica di questo club”.

Francesco Quagliozzi  - IL MATTINO -

Commenti Commenta questo articolo
Non ci sono commenti
 
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione
Classifica
De'Longhi Treviso 8
Acmar Ravenna 6
Latina Basket 6
Mobyt Ferrara 6
Paffoni Omegna 6
Proger Chieti 6
Viola R. Calabria 6
Andrea Costa Imola 4
Basket Recanati 4
Remer Treviglio 4
Bawer Matera 2
Europromotion Legnano 2
Givova Scafati Basket 2
Orsi Tortona 2
Industrialesud Roseto 0
M. Basket Piacenza 0

i nostri tifosi
RadioTV