Comunicato Stampa n° 78 del 25/12/2015

 

Il PalaMangano sarà il teatro dell’ultima giornata del girone ovest del campionato di serie A2 (quattordicesima stagionale e penultima di andata) dell’anno 2015, previsto per domenica 27 dicembre. La capolista del raggruppamento e padrona di casa, Givova Scafati, ospiterà l’Acea Roma (palla a due alle ore 18:00), avversario di lusso, dalla storia e dal passato altisonante, autoretrocesso in serie A2 questa stagione, che però sta incontrando qualche difficoltà più del previsto, nonostante un quintetto tutt’altro che inferiore a quello delle prime dalla classifica. Una formazione, quella capitolina, che ha avuto un avvio di stagione difficile, ma che in corso d’opera ha saputo trasformarsi ed adattarsi alla categoria, grazie anche al lavoro del tecnico Attilio Caja (subentrato lo scorso mese all’esonerato Guido Saibene), uno dei mostri sacri della pallacanestro nazionale, che proprio sulla panchina di Roma ha ottenuto i suoi migliori risultati (una supercoppa italiana del 2000 e il titolo di miglior allenatore della serie A nel 1996), tra la fine degli anni ’90 e l’inizio del nuovo secolo. Il nuovo tecnico ha cambiato il volto alla squadra, permettendole di abbandonare l’ultima piazza e di ritrovare un po’ di serenità, anche se resta ancora impelagata nella lotta per non retrocedere. I suoi uomini vogliono però dimostrarsi all’altezza delle più quotate avversarie e in terra campana verranno per cercare di fare risultato, motivati dal prestigio di affrontare a domicilio la prima in classifica.

Il quintetto base giallorosso è dotato di atleti di grande affidabilità ed esperienza, che danno importanti garanzie. A partire dal playmaker Meini, che dovrebbe essere della contesa dopo un problema muscolare che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per qualche settimana, molto bravo a dettare i ritmi del gioco, per poi passare al capocannoniere Voskuil (guardia da 16,5 punti di media a partita), all’ala piccola Maresca (14,2 punti di media) e alla coppia di lunghi formata da Olasewere (12,9 punti di media) e Callahan (14,2 punti di media). In panchina, hanno poi un ottimo ricambio per ogni ruolo, in grado di fornire minuti in campo di qualità, oltre che di quantità, come il playmaker di scorta Bonfiglio (ex Montichiari, Chieti e Jesi), la guardia Leonzio (ex Barcellona), l’ala piccola Casagrande (ex Legnano e Senigallia), l’ala grande Benetti ed il centro Zambon.

La Givova Scafati, che ha recuperato la guardia Portannese, schiererà la formazione al completo, compreso l’ex di turno Mayo, che in maglia Virtus ha fatto vedere ottime cose nell’anno 2014.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Vogliamo chiudere l’anno solare nel migliore dei modi e disputare contro Roma una gara solida davanti ai nostri sostenitori, per riscattare la debacle dell’ultimo turno casalingo contro Agrigento. Troveremo una squadra aggressiva, che dall’arrivo di Caja in panchina ha cambiato passo ed è reduce da due sconfitte consecutive, motivo in più per non abbassare la guardia, perché avranno maggiori motivazioni per venire a Scafati e provare a vincere. Il quintetto base capitolino è di assoluto valore: Maresca, Voskuil e Callahan sono dei califfi in questa categoria. In particolare Maresca, che ho avuto il piacere di allenare a Brindisi, con l’arrivo di Caja è cresciuto moltissimo, si è responsabilizzato ed è diventato un punto di riferimento importante per la squadra e per i compagni. Voskuil è un gradissimo realizzatore, che tutti conoscono. Callahan, invece, è un giocatore vincente, dalla grande mentalità, che sa prendere tiri importanti. Completano lo starting five Olasewere, giocatore molto atletico, che può ricoprire due ruoli, e Meini, che dà timing ed esperienza alla squadra. Dalla panchina, poi, Bonfiglio dà energia alla squadra, mentre Benetti, Casagrande e Leonzio danno quella spinta importante che solo i giovani sanno fornire».

Dichiarazione dell’ala piccola Federico Loschi: «Non avrei mai detto prima del campionato che la Virtus Roma potesse iniziare la stagione con zero vittorie nelle prime sei partite. E’ una squadra che basa la propria forza sugli esterni, tant’è che l’ala grande Olasewere può tranquillamente giocare anche da ala piccola e poi sia Maresca che Voskuil sono due giocatori affidabilissimi. Dobbiamo riscattare l’ultima sconfitta interna contro Agrigento e riscattarci dinanzi ai nostri tifosi, ma dobbiamo farci trovare pronti perché ci troveremo di fronte una squadra che verrà qui a giocarsela a viso aperto, senza nulla da perdere, desiderosa fare lo sgambetto alla prima in classifica».

Arbitreranno il match i sig.ri Boninsegna Matteo di Milano, Radaelli Roberto di Rho (Mi) e Scudiero Davide di Milano. La partita sarà trasmessa, oltre che in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio “LNP TV Pass”), anche in diretta radiofonica sui 92,50 mhz di Radio Sant’Anna (media partner della Givova Scafati) e in streaming sul sito internet www.radiosantanna.it. Inoltre, sarà possibile assistere al video della gara in differita su TV Oggi (tasto 71 del digitale terrestre) nei giorni di martedì (ore 21:00) e, in replica, mercoledì (ore 15:25)

 

Antonio Pollioso

Ufficio Stampa

Givova Scafati Basket

Lascia un commento